Pubblicazione nuovo modello OT23 2025 – novità e aggiornamenti

Matteo Mazzini

29 Aprile, 2024

In data 18/04/2024 INAIL ha pubblicato il nuovo modello OT23 2025, che contiene gli interventi di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Tali interventi (aggiuntivi a quelli obbligatori per legge), se attuati nell’anno precedente quello di presentazione della domanda di sconto, consentono alle aziende di fruire della riduzione del tasso medio di tariffa per prevenzione.

 

Il modello OT23 2025 presenta 72 interventi, raggruppati in 6 sezioni:

SEZIONE A: prevenzione degli infortuni mortali (non stradali)

SEZIONE B: prevenzione del rischio stradale

SEZIONE C: prevenzione delle malattie professionali

SEZIONE D: formazione, addestramento, informazione

SEZIONE E: gestione della salute e sicurezza: misure organizzative

SEZIONE F: gestione delle emergenze e DPI

 

Il modello aggiornato presenta alcune modifiche rispetto a quello dell’anno precedente. La variazione di maggior interesse riguarda l’eliminazione dei punteggi: ai fini di una maggior accessibilità alla domanda di sconto, sono state individuate due tipologie di interventi, interventi di tipo “A” e interventi di tipo “B”, in ragione dell’efficacia prevenzionale e dell’onerosità dell’intervento.

Per accedere al beneficio, l’azienda deve attuare un intervento di tipo A oppure due interventi di tipo B.

 

Ulteriori modifiche riguardano:

– Individuazione di n. 10 interventi la cui attuazione permette di accedere al beneficio per due o tre anni, fermo restando la presentazione ogni anno dell’apposita domanda (interventi pluriennali – P)

– Inserimento di n. 18 nuovi interventi per ampliare l’offerta delle attività migliorative (es. acquisto di particolari attrezzature o sistemi di sicurezza)

– Rafforzamento degli interventi che prevedono un insieme di politiche, programmi e pratiche che integrano la prevenzione dai rischi per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

– Revisione completa dell’intervento E-10 (rilevazione quasi infortuni), che prevede anche un modulo allegato da utilizzare per la rilevazione, l’analisi e il trattamento dei mancati infortuni

– Eliminazione dell’intervento legato ai modelli di rendicontazione di Responsabilità Sociale (E-10 del modello 2024), avendo introdotto nel nuovo modello un altro intervento di tipo A che premia l’adozione o il mantenimento di un sistema di Responsabilità Sociale certificato SA 8000 (E-7)

 

Per fruire della riduzione, gli interventi selezionati dalle aziende dovranno essere attuati entro il 31 dicembre 2024, mentre la documentazione probante a supporto dovrà essere inviata telematicamente, presentano apposita domanda, tramite il servizio online INAIL Riduzione per prevenzione, entro e non oltre il 28 febbraio 2025. Tutte le domande inviate successivamente a tale data saranno ritenute nulle da parte dell’Istituto.

Anche quest’anno è possibile delegare la preparazione della pratica all’Ufficio Sicurezza FIASA, nella persona della dott.ssa Alessandra Feudatari (alessandra.feudatari@assindustria.pr.it – 0521-226472), che è a disposizione per effettuare le opportune verifiche di fattibilità e fornire le informazioni necessarie alla predisposizione della domanda e della documentazione probante richiesta a supporto.

 

Matteo Mazzini

Matteo Mazzini