Fondo START-ER: nuova apertura dal 18 marzo al 7 maggio

Veronica Formentini

14 marzo, 2019

Lunedì 18 marzo aprirà una nuova finestra per la presentazione delle richieste di finanziamenti agevolati a valere sul Fondo Start-er.

Il Fondo è un’opportunità di sostegno alla nuova imprenditorialità, aperto alle aziende di svariati settori costituite da non più di 5 anni al momento di presentazione della domanda.  In particolare i beneficiari devono rispettare il limite dimensionale della piccola impresa (si definiscono tali le aziende che abbiano al massimo 50 dipendenti (ULA) e non più di 10 milioni di euro di fatturato o attivo di bilancio).  I richiedenti devono realizzare il progetto d’impresa in Emilia Romagna.

 

Starter concede finanziamenti di importo compreso tra € 20.000 ed € 300.000, a tasso zero per il 70% dell’importo erogato e ad un tasso convenzionato non superiore all’EURIBOR 6 mesi +4,75% per il restante 30%. La durata dei finanziamenti può arrivare fino a 96 mesi, con la possibilità di avere 12 mesi di preammortamento.

 

Gli istituti di credito convenzionati, ai quali è possibile rivolgersi per ottenere il finanziamento sono i seguenti:

  • BPER Banca
  • Crédit Agricole – Cariparma
  • Monte dei Paschi di Siena
  • Federazione delle Banche di Credito Cooperativo dell’Emilia Romagna

 

Il Fondo Starter finanzia le spese per l’avvio di impresa:

 

  1. Interventi su immobili strumentali: acquisto, ampliamento e/o ristrutturazione;
  2. Acquisto di macchinari, attrezzature, hardware e software, arredi strettamente funzionali;
  3. Acquisizione di brevetti, licenze, marchi, avviamento;
  4. Spese per partecipazione a fiere e interventi promozionali;
  5. Consulenze tecniche e/o specialistiche;
  6. Spese del personale adibito al progetto ;
  7. Materiale e scorte;
  8. Spese locazione dei locali adibito ad attività (risultante da visura come sede principale/unità locale);
  9. Spese per la produzione di documentazione tecnica necessaria per la presentazione della domanda.

L’erogazione del finanziamento avverrà dietro la presentazione di una rendicontazione di almeno il 50% del progetto ammesso (da inviare al massimo entro 4 mesi dalla delibera del Comitato). Tutti i progetti dovranno essere conclusi e rendicontati per il 100% dell’importo ammesso entro 12 mesi dalla delibera di concessione.

 

Le domande potranno essere presentate dal 18 marzo al 7 maggio  2019 (salvo esaurimento anticipato dei fondi o il raggiungimento di 60 domande presentate).

 

La domanda deve essere presentata in modalità on line con firma digitale, allegando vari documenti. Di maggior rilevanza ed impatto sui tempi di preparazione della domanda è la necessità di allegare alla domanda una pre-delibera bancaria di appoggio dell’operazione, il business plan aziendale e tutti i preventivi delle spese necessarie alla realizzazione del progetto.

 

 

 

veronica.formentini

Veronica Formentini
Responsabile Servizio Credito e Finanza FIASA – Federazione Industria Artigianato...

14 marzo, 2019

Credito e Finanza